LA FINE......

 

Nel libro "...e le sirene smisero di suonare", l'autore, Daverio Giovannetti, afferma, per aver vissuto quella realtā da dirigente sindacale e politico, che a metā degli anni sessanta l'intervento e il sostegno finanziario dello stato e della regione accelera se non determina la fine delle miniere.

Il settore da produttivo diviene assistito. La drammatica situazione diviene chiara a tutti e agli stessi operai che tutto vogliono tranne essere assistiti. Registrano anno dopo anno il lassismo, la mancanza di progetti, l'assenza totale di volontā da parte delle aziende succedutesi, sono certamente tante, nella conduzione delle miniere, a continuare l'attivitā estrattiva.

Gli stessi operai documentano con fotografie, negli anni 70 e 80 la fine annunciata delle miniere sarde.

E' un eccezionale documento che prova la lenta agonia del settore minerario: le foto si riferiscono alle miniere di Montevecchio ma potrebbero "raccontare" la situazione di tutte le miniere sarde.   

pozzo sartori a Montevecchio..l'abbandono!

vagoni e locomotore abbandonato..

Le foto del Sig. Bruno Manis, caposquadra delle miniere di Montevecchio, documentano lo stato di abbandono:la torre di Pozzo Sartori con accanto oggetti e strumenti di lavoro buttati via.....i vagoni che vengono lasciati arrugginire......lo sguardo perplesso di un operaio che dopo aver lavorato una vita in miniera vede un futuro denso di incognite.    

lo sguardo perplesso di un operaio