CALCITE

 
 

 

 

CALCITE Carbonato di calcio CaCO3

-Origine del nome: prende il nome dall’elemento contenuto.

-Sistema cristallino: romboedrico.

-Habitus: prismatico, romboedrico, scalenoedrico. Usualmente in cristalli concresciuti e gemminati o in aggregati granulari; anche compatto, terroso e stalattitico.

-Sfaldatura: romboedrica perfetta.

-Durezza: 3.

-Peso specifico: 2,7.

-Colore: soprattutto bianco e incolore, ma può assumere svariate sfumature cromatiche (grigio, rosso, verde, azzurro, giallo) per la presenza di impurezze.

-Lucentezza: da vitrea a terrosa. Trasparente. Lo “Spato d’Islanda” è una varietà di calcite perfettamente incolore e chimicamente pura.

-Ambiente di formazione: è uno dei minerali più comuni; principale costituente di calcari e marmi. Comune come stalagmiti, stalattiti ed incrostazioni nelle grotte. Depositi di travertino. Comune come ganga in vene idrotermali associata a giacimenti a solfuri.

-Località: S.Giovanni e Baccu Arrodas nel Sarrabus.

-Note: reagisce con HCl a freddo dando effervescenza per sviluppo di CO2. Si distingue dalla dolomite perché, quest’ultima da effervescenza all’HCl a caldo. Presenta vari polimorfi tra cui il più comune è l’aragonite.