MOLIBDENITE

 
 

 

 

MOLIBDENITE Solfuro di molibdeno MoS2


 

-Origine del nome: dal nome dell’elemento in esso contenuto.

-Sistema cristallino: esagonale

-Habitus: lamelle esagonali, comunemente in aggregati foliati. Anche massivo o in scaglie.

-Sfaldatura/frattura: basale perfetta, con lamine flessibili ma non elastiche.

-Durezza: 1 – 1 ½ .

-Peso specifico: 4,7.

-Colore: grigio piombo o grigio graffite chiaro con tonalità azzurrognole.

-Lucentezza: metallica. Opaco.

-Polvere: nero-grigia o grigio-azzurra; grigio-verde su carta o porcellana smaltata.

-Ambiente di formazione: genesi pegmatitco-pneumatolitica (600-500 °C), associata a scheelite (CaWO4), wolframite (FeWO4), cassiterite (SnO2) topazio, fluorite.

-Località: Arburese, Logudoro, Gallura, Quirra, Sulcis.

-Note: Quando in lamelle ricorda dei foglietti di carta stagnola pressati. Si distingue dalla grafite per il più alto peso specifico e per la tonalità bluastra del suo grigio.